ISAAC si prepara ad avviare la simulazione di un terremoto in laboratorio

Fondazione Pesenti a supporto delle start-up innovative.

ISAAC Antisismica, la start up che ha vinto nel febbraio 2019 il bando SHaReD — lanciato da Fondazione Pesenti con Speed MI Up, l’incubatore di Università Bocconi, per premiare le idee innovative nel campo della gestione di catastrofi ed emergenze ambientali — è pronta a “scatenare” il terremoto ISAAC su due edifici costruiti per simulazioni presso il Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica Eucentre di Pavia.

Terremoto ISAAC è la campagna sperimentale durante la quale due edifici verranno sottoposti a “terremoti” di intensità crescente, permettendo ai responsabili del progetto di testare la tavola vibrante I-Pro 1 e dando la possibilità, inoltre, di analizzare i danneggiamenti che subiranno le due strutture.

Per questo motivo sono state realizzate due strutture in cemento armato intelaiate e tamponate in laterizio, progettate e realizzate in modo identico e vincolate allo stesso basamento e posizionate su tavola vibrante.

Adottando un approccio comparativo tra l’edificio equipaggiato con I-Pro 1 e quello privo del sistema, sarà possibile analizzare i danneggiamenti graduali delle due strutture.

Lo standard dell’ingegneria sismica è quello di analizzare numericamente e simulare con software di calcolo il miglioramento sismico apportato ad un edificio grazie ad interventi atti a modificare la sua risposta strutturale (rinforzi, isolatori, dissipatori, …), senza mai verificare però sperimentalmente la loro reale efficacia in caso di terremoto. ISAAC ha deciso di spingersi oltre, testando il comportamento della sua tecnologia ISAAC Protection 1 (I Pro 1) e scatenando intenzionalmente un terremoto simulato in laboratorio.


Alberto Bussini, il vincitore del primo bando SHaReD con la startup ISAAC, photo courtesy https://www.facebook.com/ISAACantisismica

APPROFONDIMENTI

isaacantisismica.com

www.fondazionepesenti.it