Giorgia Pagnoncelli da Bergamo alla Germania con Intercultura – I Trimestre

Il racconto di Giorgia Pagnoncelli: da Bergamo alla Germania, (città Luedenscheid) per un anno con Intercultura e il supporto di Fondazione Pesenti.


I TRIMESTRE: SETTEMBRE – NOVEMBRE 2019

I rapporti con la famiglia ospitante:

Pure avendo cambiato famiglia da poco, devo dire che mi sto trovando veramente bene e il clima in casa è molto accogliente. Sono già molto legata ad una delle due sorelle, però mi trovo molto bene anche con l’altra sorella e con la mamma.

I rapporti con la comunità ospitante e gli amici:

Una delle prime cose che ho notato è che le persone non sono così fredde come da stereotipo, anzi spesso proprio il contrario. Per quanto riguarda gli amici, la difficoltà maggiore è la lingua, ma nonostante ciò ho già un gruppetto di amici.

L’inserimento e l’andamento scolastico, sia da un punto di vista del profitto che delle relazioni personali con insegnati e alunni:

A scuola seguo tutti i corsi che seguivo in Italia (quindi pure Chimica, Fisica..) e penso che la difficoltà maggiore sia la lingua, anche perché ci sono molti termini tecnici. Però i professori sono comprensivi e anche i compagni mi aiutano.

Le attività extrascolastiche:

Ho iniziato un corso di tennis, e prima, con l’altra famiglia, seguivo anche un corso di danza di coppia col fratello ospitante, ma non mi piaceva molto. Inoltre, tra poco andrò a fare una prova di danza moderna/hip hop con mia sorella ospitante.

Le 3 cose che non dimenticherò mai (positive):

1 Prima settimana al seminario d’arrivo

2 Quando la mia attuale sorella ospitante mi ha detto che la sua famiglia aveva deciso di ospitarmi

3 Quando ho visitato Dortmund con la mia tutor

Le 3 cose che non dimenticherò mai (negative, se ci sono):

Non ho tre momenti precisi, ma in generale tutto il primo mese perché nell’altra famiglia non mi trovavo affatto bene e sentivo moltissimo la mancanza di casa. L’unica cosa può essere quando l’altra famiglia mi ha portata a caccia.

Altro (aneddoti, riflessioni, bilanci):

Per quanto riguarda la lingua all’inizio, pur avendo studiato tedesco per tre anni a scuola, facevo veramente fatica perché vivere nel paese e dover parlare coi locali è diverso. Ma posso dire che ora dopo più di un mese sento già grandi miglioramenti





www.intercultura.it