Vittoria Cornolti: da Bergamo a Oeversee (Germania) con Intercultura – I Trimestre

Il racconto di Vittoria Cornolti: da Bergamo a Oeversee (Germania) per un anno, con Intercultura e il supporto di Fondazione Pesenti. 


 
 

I Trimestre: settembre – novembre 2018

 

I rapporti con la famiglia ospitante:
Ho ottimi rapporti con tutti, mi coinvolgono sempre nelle attività, sono disponibili ad aiutarmi, sia col tedesco che con tutto il resto e sto legando molto con le figlie, soprattutto con la maggiore. I genitori sono gentilissimi e molto simpatici.
 


 
I rapporti con la comunità ospitante e gli amici:
Per quanto riguarda gli amici, sto legando molto con gli altri studenti di scambio che sono a Flensburgo ma non tanto con i ragazzi tedeschi. Della comunità ospitante ho conosciuto poche persone ma posso dire che tutti sono stati educati e gentili.
 


 
L’inserimento e l’andamento scolastico, sia da un punto di vista del profitto che delle relazioni personali con insegnanti e alunni:
A scuola con gli altri compagni mi trovo bene, anche se non ho ancora stretto rapporti di amicizia veri e propri. Le materie sono molto simili a quelle italiane e questo è positivo. Gli insegnanti sono abbastanza disponibili ad aiutarmi.
 


 
Le attività extrascolastiche:
Questa settimana inizio a giocare a tennis (due lezioni a settimana), vado spesso a camminare o a correre nei dintorni e sto visitando Flensburgo.
 


 
Le 3 cose che non dimenticherò mai (positive):
1. Il fascino di vivere in una città che si affaccia sul mare.
2. La mia famiglia ospitante.
3. Il valore e l’importanza dell’organizzazione e dell’ordine.
 


 
Le 3 cose che non dimenticherò mai (negative, se ci sono):
1. L’indifferenza dei compagni il primo giorno di scuola
2. La diffidenza nei confronti degli stranieri
3. La freddezza delle persone.
 


 
Altro (aneddoti, riflessioni, bilanci):
 

Le mie foto

Flensburgo
Il Sankelmarker See, un mare vicino a casa mia
La vista su Flensburgo dalla mia scuola
Io e altri due studenti di scambio
Panorama che ho visto quando sono andata a funghi
Il porto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.