Fondazione Pesenti supporta BergamoScienza 2018

22 ottobre 2018 – Anche quest’anno Fondazione Pesenti ha supportato BergamoScienza il festival di divulgazione scientifica che ha esplorato per 16 giornate (dal 6 al 21 ottobre 2018) le meraviglie della scienza con una prospettiva multidisciplinare: dalla medicina alla fisica, dall’intelligenza artificiale alla biologia, dalla tecnologia alla chimica, dalla matematica all’astrofisica, con contributi interessanti anche dal mondo delle arti e dello spettacolo.

Lo scopo principale del festival è quello di rendere la scienza accessibile a tutti, soprattutto giovani e scuole, così che possano migliorare e perfezionare la propria formazione tecnico-scientifica e accrescere i propri interessi.

In calendario anche il Convegno della Fondazione Pesenti dal titolo “Scuola e Lavoro Cosa ci devono chiedere i giovani?” con Vittorio Colao e Dario Di Vico.

Scuola e Lavoro Cosa ci devono chiedere i giovani?
Organizzazione: Fondazione Cav. Lav. Carlo Pesenti, Fondazione Corriere della Sera
In collaborazione con: Associazione BergamoScienza

Negli ultimi 10 anni, Vittorio Colao ha percorso più di 1.250.000 miglia su British Airways e 50.000 chilometri in bicicletta, guidando la trasformazione di Vodafone da società di telefonia a gruppo che spazia dai media alla comunicazione, e maturando la convinzione dell’assoluta necessità di un crescente legame con la scuola e le università, possibile per aziende di ogni dimensione. “La velocità sta accelerando, ma ci sono anche cambiamenti di direzione. Siamo in un contesto in continua evoluzione di mutamenti tecnologici, sociali, politici. È un momento interessante, che richiede meno specializzazione e più umanità.” Dov’è l’Italia in questo percorso? Cosa devono chiedere i giovani alle leadership aziendali e istituzionali? È da queste domande che prenderà avvio l’intervista di Dario Di Vico a Vittorio Colao, che segna anche il primo evento a Bergamo nell’ambito della nuova collaborazione tra Fondazione Pesenti e Fondazione Corriere della Sera.

BergamoScienza

Il Festival BergamoScienza, giunto alla sua XVI edizione si è concluso con 133.689 presenze per 176 eventi (49 conferenze; 110 mostre e laboratori; 17 spettacoli), è un evento di divulgazione scientifica nato nel 2003 dall’intuito e dalla volontà di un gruppo di amici – i Soci Fondatori – che coinvolge ogni anno la città e la provincia di Bergamo in un programma ricco di iniziative che approfondiscono temi scientifici e tecnologici dai più svariati ambiti.

Tre sono le peculiarità più importanti:

  • l’approccio utilizzato nell’affrontare e confrontare le varie tematiche, rese fruibili anche ad un pubblico non specialistico;
  • la totale gratuità di tutti gli eventi;
  • la straordinaria partecipazione delle scuole, degli insegnanti e degli studenti in particolare, nell’organizzazione di numerosi exhibit scientifici.

Per le prime due settimane di ottobre, il territorio bergamasco e la città in particolar modo diventano lo scenario di una manifestazione che ha risonanza internazionale e che offre conferenze, mostre, laboratori, spettacoli e molto altro: un vortice continuo di contaminazione costruttiva che contribuisce a rinsaldare il rapporto tra cultura scientifica e cittadinanza consapevole.

Nelle prime quindici edizioni del Festival, il palco di BergamoScienza ha avuto la straordinaria possibilità di ospitare 24 premi Nobel – tra tutti, Rita Levi MontalciniJohn NashJames D. Watson – e 1.326 ricercatori ed esperti – Oliver Sacks, Paolo Nespoli, Margherita Hack, Massimo Banzi e molti altri – dai diversi ambiti scientifici: chimica, fisica, medicina, matematica, ingegneria, astronomia, neuroscienze, ecc.

L’appuntamento con il Festival è un momento di condivisione di grandi scoperte, incontri ed emozioni che in quattordici anni hanno attratto un pubblico abbondantemente superiore al 1.300.000 presenze.

Nel 2005, anno di nascita dell’Associazione, hanno aderito al progetto, in qualità di Soci Fondatori, alcune realtà importanti: l’Università degli Studi di Bergamo, l’Università Vita e Salute San Raffaele di Milano, la Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura di Bergamo, Confindustria Bergamo e UBI Banca.
Il Festival è, inoltre, sostenuto da enti, fondazioni e imprese private di tutto il territorio e questa partecipazione del mondo dell’impresa garantisce la totale gratuità di tutti gli eventi.

Programma 2018  |  Convegno Fondazione

Fondazione Pesenti e BergamoScienza | Comunicato stampa 

Rassegna: ecodibergamo.it

Video

La sigla di Bergamo Scienza 2018

Avete ancora 10 giorni di eventi, conferenze, spettacoli ed incontri per vederla e vederci "dal vivo".La sigla dell'edizione 2018 del festival, a cura di Biopixel ProduzioniIl programma: http://tiny.cc/BGS2018

Pubblicato da BergamoScienza su Venerdì 12 ottobre 2018

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.