Fondazione Pesenti supporta Molte fedi 2018: “Tessere futuro. Insieme si potrebbe”

Fondazione Pesenti è tra i sostenitori di Molte Fedi sotto lo stesso cielo “Tessere futuro. Insieme si potrebbe”, edizione 2018. 

Da undici anni ACLI Bergamo organizza la rassegna dal titolo “Molte fedi sotto lo stesso cielo” che si articola in vari appuntamenti sui temi del confronto e del dialogo interculturale e interreligioso.  

90 giorni d’incontri, 50 appuntamenti nella città di Bergamo e 150 appuntamenti in provincia.

Il ciclo di incontri è realizzato con il patrocinio della Cattedra Unesco sul pluralismo religioso e la pace, l’Università di Bergamo, la Provincia e il Comune di Bergamo, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale e con diversi gruppi e associazioni del territorio. 

Un vaso di terra contiene gli ingredienti del mondo.
Un seme contiene tutte le foreste.
Un bicchiere d’acqua le irriga.
I minimi gesti comportano subito il futuro.

(Erri De Luca)

L’OBIETTIVO 

“L’obiettivo del percorso è quello di imparare un alfabeto delle culture e delle religioni che attrezzi a vivere con responsabilità e discernimento la sfida epocale del mondo plurale a cui, inevitabilmente, saremo chiamati in un futuro non troppo lontano. La nostra convinzione è che per vivere, e non subire, le trasformazioni in atto siamo chiamati, da un lato, a conoscere più e meglio non solo lo stesso cristianesimo, ma anche le religioni “altre”, cercando di evitare i ricorrenti pregiudizi e i facilistici pressapochismi, e dall’altro a educarci pazientemente al dialogo e al confronto interculturale e interreligioso”. 

ACLI, attraverso il programma di “Molte fedi sotto lo stesso cielo” vuole creare occasioni di riflessione attorno ai cambiamenti epocali del nostro tempo, offrendo al territorio bergamasco una proposta culturale di spessore fruibile a tutti attraverso una pluralità dei linguaggi. Dalla parola al teatro, dalla musica all’arte, cercando di promuovere processi educativi di cittadinanza attiva rivolti in particolare ai giovani, con la volontà di costruire un progetto di comunità, condiviso e costruito con altri enti e associazioni presenti sul territorio.  

“La nostra proposta è ambiziosa perché presuppone non solo incontri e dialoghi di alto profilo con testimoni del nostro tempo, ma anche, in parallelo, percorsi di carattere storico-artistico, letture di testi delle grandi tradizioni religiose, ascolto di musiche, presentazioni di spettacoli teatrali, itinerari a piedi, visite guidate, seminari di approfondimento, percorsi di formazione per i giovani e per le scuole, momenti di preghiera con le diverse comunità religiose presenti a Bergamo”. 

L’undicesima edizione di Molte Fedi avrà come titolo: “Tessere futuro. Insieme si potrebbe”, e saranno presenti ospiti di grande profilo e rilievo internazionale.  

PERCHÉ TESSERE? PERCHÉ FUTURO? PERCHÉ INSIEME?

Le descrizioni del nostro tempo insistono sul carattere sfilacciato dei legami, sulla crisi di partecipazione, sulla fragilità delle reti sociali, sulla liquidità che si contrappone a ogni forma comunitaria e caratterizza il nostro presente. Le radici dell’insicurezza sono segnate dalla sostituzione della solidarietà umana con la competizione senza limiti, dalla tendenza ad affidare nelle mani di singoli la risoluzione di problemi di rilevanza sociale, da una discussione spesso mediatica dominata dal risentimento verso gli altri, sospettati di essere la causa della crisi. Non è difficile trovare tracce di tutto questo.

La rassegna è diventata negli anni un appuntamento atteso che riscuote un grande successo in termini di partecipazioni, anche grazie alla presenza al tavolo dei relatori di alcuni dei più autorevoli protagonisti della cultura, dell’economia, della politica a livello nazionale e internazionale. 

GLI OSPITI 2018

 

 

Scarica la brochure

www.moltefedi.it

I PARTNERS

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.