Il Papa Buono torna a casa

Fondazione Pesenti, da sempre attenta alle iniziative sociali e culturali, ha avuto il piacere di contribuire all’iniziativa “Il Papa Buono torna a casa”, un progetto nato come dono di Papa Francesco alla Diocesi di Bergamo, in occasione del sessantesimo anniversario dell’elezione a Pontefice di Giovanni XXIII e cinquantacinquesimo dalla morte.

La comunità bergamasca ha così potuto ospitare per 18 giorni (24 maggio-10 giugno) l’urna con i resti del Santo.

La peregrinatio ha attirato fin da subito l’interesse di cittadini e istituzioni, i quali hanno accolto calorosamente l’arrivo delle reliquie del Santo Padre: 250mila pellegrini, con flussi costanti ogni giorno, hanno potuto portare il loro saluto a Papa Roncalli.

Tra le varie tappe: la Cattedrale di Bergamo, il Carcere di Via Gleno in ricordo della visita del Papa Buono ai carcerati di Regina Coeli, e il seminario, per poi essere accolta dal 27 maggio al 10 giugno a Sotto il Monte, suo paese natale, dove i pellegrini hanno avuto la possibilità di pregare e venerare la reliquia del Santo.

Più di duemila persone sono giunte a Sotto il Monte per assistere alla celebrazione conclusiva presieduta dal vescovo Francesco Beschi, il quale, in tale occasione, ha ricordato tutti i luoghi attraversati dal passaggio delle reliquie e ha ringraziato quanti hanno offerto in qualche modo il loro sostegno all’iniziativa.

Duomo di Bergamo adornato a festa per ospitare le reliquie di Giovanni XXIII

Francesco Beschi – Vescovo di Bergamo – durante l’omelia conclusiva della Peregrinatio dell’urna di Papa Giovanni XXIII, foto SIR/Marco Calvarese, Courtesy of www.agensir.it

Urna con le spoglie di Papa Giovanni XXIII – Duomo di Bergamo

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.