Beatrice Moioli: da Bergamo negli USA con Intercultura – II° Trimestre

La storia di Beatrice Moioli: da Bergamo negli USA per un anno, con Intercultura e il supporto di Fondazione Pesenti.

Il viaggio continua!

I° Trimestre: settembre 2017

II° Trimestre: dicembre 2017

III° Trimestre: marzo 2018

Sono veramente fortunata ad aver trovato altri exchange students come me nella mia scuola, ci capiamo perchè condividiamo la stessa esperienza, problemi e gioie. Ho amici che vengono da Europa, Asia, Africa e America, letteralmente da tutto il mondo.

I rapporti con la famiglia ospitante:
È entusiasmante il modo in cui il rapporto con la mia famiglia stia pian piano evolvendo e diventando sempre più speciale, mi sento totalmente parte del loro mondo, il modo in cui si preoccupano e prendendo cura di me mi fa sentire amata a protetta.

I rapporti con la comunità ospitante e gli amici:
Sono veramente fortunata ad aver trovato altri exchange students come me nella mia scuola, ci capiamo perchè condividiamo la stessa esperienza, problemi e gioie. Ho amici che vengono da Europa, Asia, Africa e America, letteralmente da tutto il mondo.

Inserimento e l’andamento scolastico, sia da un punto di vista del profitto che delle relazioni personali con insegnanti e alunni:
Il rapporto professori-alunni in America è totalmente diverso da quello italiano: gli insegnati sono più amici e confidenti, mi chiedono della mia amata Italia, mi fanno assaggiare biscotti cucinati da loro e sono sempre disponibili ad aiutarmi.

Le attività extrascolastiche:
Sotto consiglio della mia mamma ospitante, 2 mesi fa ho iniziato delle lezioni di zumba e yoga e, dopo aver capito che zumba non fa per me, sono felicissima di poter dire di aver trovato una nuova passione: yoga.

Le 3 cose che non dimenticherò mai (positive):
Non dimenticherò mai la sensazione di sentirsi a proprio agio in una famiglia, in una casa, in una città, in una nazione che non sono state quelle che ti hanno cresciuta, ma allo stesso tempo essere orgogliosa e consapevole delle proprie origini.

Le 3 cose che non dimenticherò mai (negative, se ci sono):
Sicuramente mi ricorderò tutti i momenti difficili che ho passato durante questa esperienza, molte volte ci si sente sbagliati e non si riescono a capire comportamenti e atteggiamenti di altre persone, che, inevitabilmente, vivono diversamente da noi.

Altro (aneddoti, riflessioni, bilanci):
Vorrei ringraziarvi infinitamente per l’occasione che mi avete offerto perché, in solo 5 mesi, mi sto non solo scoprendo, ma anche guardando dentro come non avevo mai fatto prima d’ora. Grazie.


Beatrice Moioli 

Da Bergamo negli USA per un anno

con Intercultura e il supporto di Fondazione Pesenti

www.intercultura.it


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.