Andrea Lucchesini ai Concerti d’Autunno con il sostegno di Fondazione Pesenti

Giovedì 5 ottobre 2017Fondazione Pesenti sostiene la 36a Edizione del Festival Internazionale “Concerti d’Autunno”, in Sala Greppi a Bergamo. Quest’anno il festival vede protagonista Andrea Lucchesini, oggi considerato uno dei più importanti pianisti italiani, che ha eseguito Musiche di F. Schubert, J. Widmann.

Andrea Lucchesini, oggi considerato uno dei più importanti pianisti italiani, alla 36a Edizione del Festival Internazionale “Concerti d’Autunno”, Sala Greppi, con il supporto di Fondazione Pesenti

Suonare News: «… Lucchesini racconta, analizza e spiega l’inspiegabile. Sì, perché certe modulazioni, certi artifici armonici, certe tonalità fortemente contrastanti e divaganti che percorrono la doppia, formidabile quaterna di Improvvisi per lo più non si possono sciogliere…».

Die Welt: «… grandioses Abendkonzert des Pianisten Andrea Lucchesini…».

Daily Telegraph: «… Lucchesini mostra in questa esecuzione da antologia, che il virtuosismo è solo una parte di un affascinante ventaglio di timbro, stile e mordente armonico».

Andrea Lucchesini, Musiche di F. Schubert, J. Widmann in Sala Greppi, Bergamo

PROGRAMMA

FRANZ SCHUBERT (1797 – 1828) Moments Musicaux D. 780 op. 94

  1. in do maggiore. Moderato
  2. in la bemolle maggiore. Andantino
  3. in fa minore. Allegro moderato
  4. in do diesis minore. Moderato
  5. in fa minore. Allegro vivace
  6. in la bemolle maggiore. Allegretto

JÖRG WIDMANN (1973) Idyll und Abgrund (2009)

Sechs Schubert-Reminiszenzen

  1. Irreal, von fern
  2. Allegretto, un poco agitato

III. Wie eine Spieluhr

  1. Scherzando
  2. = 50
  3. Traurig, desolat

FRANZ SCHUBERT Sonata in si bemolle maggiore D.960

Molto moderato
Andante sostenuto
Scherzo. Allegro vivace con delicatezza – Trio
Allegro ma non troppo

Andrea Lucchesini Musiche di F. Schubert, J. Widmann, Sala Greppi, Bergamo

ANDREA LUCCHESINI

Formatosi sotto la guida di Maria Tipo, Andrea Lucchesini si impone all’attenzione internazionale giovanissimo, con la vittoria del Concorso Internazionale “Dino Ciani” presso il Teatro alla Scala di Milano. Suona da allora in tutto il mondo con le orchestre più prestigiose e collaborando con i più importanti direttori d’orchestra.

Tra gli impegni più recenti ricordiamo il concerto alla Scala di Milano con la direzione di Franz Welser Möst e il debutto con la Belgrad Symphony Orchestra. Il 2017 vedrà il ritorno alla RAI di Torino con la direzione di Dennis Russell Davies e a Roma con l’Orchestra di Santa Cecilia e la direzione di Myung-whun Chung, al Maggio Musicale Fiorentino con la direzione di Fabio Luisi, oltre a una serie di concerti in Spagna e in Germania.

La sua ampia attività, contrassegnata dal desiderio di esplorare la musica senza limitazioni, lo vede proporre programmi che spaziano dal repertorio classico a quello contemporaneo, proposto sia in concerto sia in numerose incisioni discografiche.

Grande sostenitore della musica da camera, collabora regolarmente in particolare con Mario Brunello e con il Quartetto di Cremona.

Per BMG ha inciso il Concerto Echoing curves di Luciano Berio sotto la direzione del compositore: questa registrazione segna una delle tappe fondamentali di una stretta collaborazione con Berio, accanto al quale Lucchesini vede nascere Sonata, l’ultimo e impegnativo lavoro del compositore italiano per pianoforte solo, eseguita in prima mondiale nel 2001 e successivamente consegnata – con tutte le altre opere pianistiche di Berio – a un disco AVIE Records che riceve unanime plauso dalla critica internazionale. Di prossima incisione un nuovo CD in cui verranno alternate Sonate di Scarlatti con Encores di Berio, in quello che lo stesso Lucchesini definisce «un dialogo e un contrasto allo stesso tempo, una vera e propria esperienza d’ascolto».

Convinto che la trasmissione del sapere musicale alle giovani generazioni sia un dovere morale, Lucchesini si dedica con passione all’insegnamento e tiene masterclasses presso importanti istituzioni musicali europee, quali la Musikhochschule di Hannover, il Sommer Wasserbuger Festspiele, il Mozarteum di Salisburgo e a NewYork.

Dal 2008 è Accademico di S. Cecilia.

salagreppi.it

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *